Curiosità e tradizioni

Panorama del paese al tramonto Apricale è un antico e caratteristico borgo medievale fortificato che da un colle si affaccia sulla valle del Merdanzo.
Il suo nome significa esposto a mezzogiorno, dal latino "apricus", toponimo in piena contrapposizione con quello del vallone alle spalle del paese, "opacus", esposto a mezzanotte.
L'estate trascorre tra simpatiche occasioni per stare insieme: feste danzanti, serate all'insegna dei piatti tipici, spettacoli teatrali e di musica classica o jazz con la presenza di artisti veramente in gamba.
La Sagra delle Pansarole cade la prima domenica di settembre. Fin dalle prime ore del mattino, le donne del paese si alternano davanti ai grossi pentoloni colmi d'olio d'oliva dove si friggono le pansarole, il dolce tipico, di solito accompagnato da zabaione e fatto con una pasta a base di farina, zucchero e anice. Durante la prima metà di agosto si svolge una rassegna teatrale all'aperto con compagnie note a livello nazionale. Alla buona riuscita dell'iniziativa contribuiscono alcuni abitanti di Apricale che compaiono negli spettacoli in qualità di figuranti.
L'8 settembre è il giorno dedicato alla Festa Patronale per la Purificazione di Maria Vergine. Dopo le solenni funzioni religiose, si chiude in allegria con una serata danzante.
Il Torneo di Pallone Elastico, lo sport più amato nell'imperiese, si protrae tra l'ultima settimana di giugno e la fine di agosto. Le partite si svolgono sulla piazza del paese con 16 squadre partecipanti.