SALONE LÉON PERRET

In questa sala il tempo si è davvero fermato. Una impressionante raccolta di quadri suggestivi del periodo velico che va tra il XV e XVII secolo ed una serie di modelli di antichi vascelli con bandiera olandese, francese, spagnola ed inglese, rappresentano il contributo di creatività marinara del famoso artista e modellista (tra i primissimi in campo nazionale) nell'arco di tempo tra il secolo scorso ed i primi decenni del novecento.
Purtroppo la collezione non è completa: molti modelli costituiscono oggi il patrimonio di altri musei europei, in special modo, svizzeri e francesi.
Di notevole interesse, il trittico colombiano con le famose caravelle, in una ricostruzione storico tecnica tra le più attendibili e pregevoli, e che costituiscono, unitamente alla biografia Colombiana presente nel Museo, un indiscutibile polo di attrazione.
Tra i modelli più accurati presenti nella sala, figurano quelli relativi al navicello, al brigantino goletta, al chalutier francese, al trabaccolo adriatico ed il diorama di laboratorio del modellista, quest'ultimo presentato all'Expo di Genova.
In questa sala viene anche conservato il primo esemplare, presente al Museo, di polena di brigantino inglese del 1840, restaurato nell'attiguo laboratorio, dopo quasi un anno di lavoro.

  indietro