SEZIONE DOCUMENTARISTICA

E' stata la prima Sezione a nascere per l'acquisizione di centinaia di documenti d'epoca, da metà settecento al 1950.
La classificazione è variegata perché interessa la Marina Mercantile (velica) e la Marina da guerra.
Diari di bordo, manoscritti, una raccolta di antiche polizze di carico, matricole della Gente di Mare, libretti di navigazione, atti di scomparsa in mare, documenti di carico, registri di contabilità, copia lettere, relazioni di viaggio, Atti della Cassa Invalidi, estratti matricolari, diplomi di benemerenze e salvataggio, scritture private e contratti di costruzione di bastimenti, ecc., rappresentano il mondo scomparso della vecchia marineria velica mercantile, con particolare riferimento a quella ligure.
Una componente essenziale della documentazione riguarda la statistica; dal censimento dei "barchi" e dei Padroni e Capitani, ai traffici marittimi più antichi (arrivi e partenze), si intravede l'aspetto meramente commerciale della navigazione.
Una cospicua parte dei documenti esposti si riferisce ai naviganti: Patroni, Capitani di Gran Cabotaggio, Capitani di 1° Classe (così erano chiamati i Capitani di Lungo Corso), con attestati che riportano le firme dei vari Ministri del Regno d'Italia e la sede delle successi ve capitali.
Si tratta dei "lasciapassare" governativi per il comando nei due emisferi, le cosiddette "Patenti" e/o Permessi di Cabotaggio.
Per la Marina da Guerra, altri documenti rappresentano le sparse Marine Italiche prima della nascita del Regno.

Diversi sono gli Attestati di Congedo dei Dipartimenti Marittimi, firmati dal Comandante in Capo e sottoscritti dai Membri del Consiglio Principale d'Amministrazione della Prima Divisione del Corpo Reale Equipaggi (la cosiddetta "Armata di Mare"), come veniva chiamata la Marina nei primi decenni dell'ottocento.
Ed ancora, libretti personali, certificati di buona condotta, diari di navigazione, diplomi e benemerenze, ordini della Leva di Mare.
Un libro dei Segnali Generali ... "da osservarsi sopra la Squadra de' vascelli della Sacra Repubblica, fatti in Malta il 6 febbraio 1715", fa bella mostra di sé, unitamente ad un Codice dei Segnali del 1750.Interessantissimo il "linguaggio" delle polizze di carico, quasi tutte relative alla fine del settecento: si tratta di documenti fondamentali per la ricostruzione storica del tipo di commercio marittimo, con i piu differenziati bastimenti, la descrizione del carico ed il nome dei Capitani ........"Ha caricato col nome di Dio, e di buon salvamento, una volta tanto in quella Rada di Porto Maurizio, Dominio della Serenissima Repubblica di Genova, Paolo Ambrogio Varese e Figli, Sudditi di detta Repubblica, per loro vero, assoluto e solo conto, pericolo, risico e beneficio, sopra il Pinco nominato "S. Gio Batta e Nostra Signora del Rosario", comandato dal Patron Bernardo Amoretti Savoiardo, per condurre e consegnare in questo suo presente viaggio in Marsiglia, e per far vendita della sottopartita olio per conto di detti Varesi, da' quali ne ha tutta la facoltà .......".

  indietro