Curiosità e tradizioni

 

  • Altitudine: mt. 390 sul livello del mare
  • N. 440 abitanti
  • C.A.P. 18010
  • Prefisso telefonico: 0183
  • Centralino telefonico, Bar Tabaccheria Giordano: telefono 90080
  • Comune di Pietrabruna: tel. 90083
  • Guardia medica a Imperia, tel. 280003
  • Ufficio Postale, tel. 90000
  • Stazione ferroviaria «San Lorenzo-Cipressa», tel. 91120.

Produzioni tipiche locali: fiori (anemoni), olio di oliva, lavanda.

 

NOTIZIE STORICHE

Probabilmente l'originario borgo si concentrava attorno alla stupenda Chiesa di San Gregorio in posizione più bassa rispetto all'attuale paese.
Pietrabruna, il cui nome dice molto circa il materiale usato per costruire gli edifici, entra a far parte del dominio dei Clavesana dopo la morte della Adelaide di Susa.
Da questi fu poi dato in feudo ad Anselmo di Quaranta, Signore di Lengueglia e quindi acquistata da Porto Maurizio sul finire del XII secolo.
I portorini, in questo molto simili ai genovesi, provvidero a distruggere le fortificazioni di cui l'antico borgo era munito e diedero il probabile impulso iniziale alla costruzione del nuovo borgo posto in posizione più elevata.
Qui fondarono una nuova Chiesa dedicata a San Matteo oggi scomparsa per far posto all'attuale Parrocchia  di gusto neo classico.
Pietrabruna, paese della montagna ligure, giace alle pendici del Monte Faudo; i suoi stretti «carrugi» si arrampicano senza interruzione fino ad aprirsi in godibili piazzette che sembrano offrire un necessario quanto rapido riposo.
Molti e piacevoli i portali in ardesia talvolta sormontati da bassorilievi ed epigrafi.