Passeggiate,
divertimenti e sport

 

L'ampio golfo di Diano Marina si distende per circa tre chilometri dalle pendici del Capo Berta al Capo Cervo.


Una veduta del Pizzo d'Evigno

Delimitata a nord da un anfiteatro di monti che hanno nel pizzo d'Evigno (m. 998) la cima più elevata, è protetto dalle correnti fredde e si affaccia sul litorale sabbioso contornato da vegetazione esotica e mediterranea.

Le palme e le agavi si uniscono ai pini marittimi, agli ulivi, agli agrumi in un ambiente non ancora compromesso.
In questo lembo di Liguria si ha la possibilità di apprezzare sia il paesaggio marittimo, con belle spiagge sabbiose e con le scogliere dei due capi, sia quello collinare con i suoi bellissimi cespugli di mirto, con il lentisco, il corbezzolo il rosmarino, l'alloro.
L'ottima posizione geografica favorisce un clima dolcissimo con inverni miti e senza nebbia, durante i quali, la temperatura non scende quasi mai al di sotto dello zero ed estati calde, ma rinfrescate dalla brezza marina.

Questa particolare situazione climatica permette una splendida fioritura primaverile colorata dal bianco dei mandorli e dei ciliegi e dal rosa dei peschi che si stagliano nella tersa atmosfera unendo il loro colore a quello dei limoni e degli aranci, e della moltitudine dei fiori di campo sbocciati tra il verde intenso dell'erba a cui si adattano bene i versi del poeta Angiolo Silvio Novaro che scrisse a proposito della città: "Formò in terra un paradiso piccoletto umile e piano e su lastra d'oro incisa scrisse il nome di Diano".
Sulla fascia litoranea si può raggiungere su passeggiata a mare i vicini Comuni di Imperia , a ponente, S. Bartolomeo al mare e Cervo a Levante.
L'entroterra è disseminato da una miriade di piccoli e medi insediamenti disposti sia sulle cime dei colli, sia lungo i percorsi di mezza costa e di fondo valle.
Incontriamo: Diano Castello , Diano S. Pietro , Diano Arentino e Villa Faraldi , sono stati coinvolti in misura minore dal turismo, ma anche in questi luoghi non mancano buoni ristoranti e qualche piccolo albergo: gli ospiti stranieri ed italiani tuttavia, preferiscono soggiornare nelle vecchie case rustiche riadattate.

A chi ama la natura si consiglia di percorrere la strada cornice che da Diano Marina conduce ad Imperia collegando le frazioni di Calderina, Serreta e Gorleri, con soste panoramiche ai Pini del Rosso e all'Alpicella che offrono una impareggiabile vista sui Golfi di Imperia e Diano, e sulle vette delle Alpi Liguri.
Ad un'ora e venti d'automobile si può raggiungere attraverso la Statale 28 la stazione sciistica di Monesi a quota m. 1400 con vette di m. 2400 per escursioni alpine.
A Diano Marina, il Centro Sportivo Polivalente è sicuramente tra i più completi ed organizzati della intera Provincia; il Centro Sportivo "Prato Fiorito" comprende nella sua struttura: un campo per il calcio, piste per il gioco delle bocce, coperte e scoperte, tre campi per il tennis, ciascuno dotati di spogliatoi, docce, servizi, bar.

Per le attività sportive legate al mare esistono scuole per vela: "Club del Mare", con corsi per bambini da 6 a 12 anni, per ragazzi dai12 ai 18 anni e per adulti.
Wind-surf, canottaggio, nuoto e sci nautico, con la possibilità di praticare la pesca subacquea: "Diano Sub".

In pieno centro è situato un approdo turistico che offre ormeggi annuali e stagionali a natanti di medie dimensioni.
Le manifestazioni sportive fanno parte anch'esse di una consolidata tradizione nel Golfo Dianese.
Per il ciclismo: Milano - Sanremo, Gran Premio Città di Diano Marina, Trofeo Giovanissimi, Automobilismo: Rally "Città di Diano Marina", mese di marzo, aprile, maggio.
Nella città, in particolare nella zona S. Anna, sono aperti locali notturni, pub, discoteche, gioco del minigolf. In pieno centro abbondano ristoranti, pizzerie, bar, pub, ecc. Particolare attenzione al centro dei divertimenti denominato: "bowling".
Un richiamo al "Palavela" sul molo delle tartarughe ove vengono assicurati spettacoli e manifestazioni.